Facebook continua a perdere utenti tra gli under 25

Secondo eMarketer il 2017 ha fatto perdere a Facebook 2,8 milioni di utenti tra gli under 25. Anche se le previsioni non sono delle migliori, per i più giovani c’è Instagram.

Facebook continua a perdere utenti tra gli under 25 Secondo eMarketer il 2017 ha fatto perdere a Facebook 2,8 milioni di utenti tra gli under 25. Anche se le previsioni non sono delle migliori, per i più giovani c’è Instagram. Ci risiamo: lo spettro della fuga dei più giovani da Facebook continua ad aggirarsi tra i corridoi di Menlo Park, facendo scricchiolare le porte. Questa volta è l’azienda eMarketer a verificare le sue stesse previsioni sulla tenuta dell’utenza, trovando lo stato delle cose peggio di quanto si aspettasse.

Secondo quanto rilevano dalla società di misurazioni online, la presenza sul social dell’utenza tra i 12 e 17 anni è diminuita del 9,9% nel corso del 2017: si tratterebbe di una perdita di 1,4 milioni. Il totale degli iscritti per quella fascia d’età, alla fine dell’anno, erano 12,1 milioni.

In totale, sempre secondo l’analisi, Facebook avrebbe perso 2,8 milioni di utenti sotto i 25 anni.

Le cifre della ricerca riguardano l’utenza negli Stati Uniti, ma la tendenza sembra non riguardare solamente gli iscritti d’Oltreoceano. Una ricerca di BlogMeter, datata marzo 2017 e dedicata all’Italia, aveva dimostrato che gli utenti tra i 15 e i 17 anni aveva dichiarato di dedicare più tempo a Instagram e YouTube.

La questione anagrafica, sottolineava la ricerca, era anche indicativa di un certo approccio alla curiosità. Come riportava Wired, “tra i 18 e i 34 anni molti italiani sono addicted e collezionano 7 o più canali social, cifra a cui arriva il 28% degli intervistati. Il 45% ne gestisce dai 4 ai 6, mentre il 27% ha tra uno e tre social network. Quest’ultimo gruppo è composto in maggioranza da uomini e donne compresi tra il 45 e i 64 anni“.

Le stime di eMarketer per il futuro tuttavia, riporta ReCode, non sono del tutto cupe: se è vero che gli analisti prevedono ulteriori perdite nell’arco del 2018 – altri 2,1 milioni tra gli under 25 – sono i primi ad ammettere che Facebook continuerà comunque a crescere nel suo complesso. Inoltre, il pericolo più importante, cioè quello di non acchiappare la prossima generazione di utenti, trova un paracadute di tutto rispetto, sempre dentro casa: Instagram, la cui crescita negli Stati Uniti è stimata al 13% quest’anno (il che lo porterebbe a 105 milioni di persone). Meglio ancora di quanto potrebbe fare Snapchat, che secondo la società potrebbe acquistare il 9% di iscritti in più.

× Possiamo aiutarti?

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e di terze parti. Privacy Policy